Schiacciate, muri e ricette: il mondo stellato di Ilaria Garzaro

20 Aprile 2021

Chi è Ilaria Garzaro?
È la fuoriclasse che ha vinto 3 scudetti, 1 Coppa Italia, 2 Coppe Cev e vestito la maglia della Nazionale italiana.
Ma è pure la “Garzetta” che sforna ricette su Instagram.

E la sorella maggiore delle giovani atlete che compongono la rosa del Cortina Express: «Sono contenta della scelta di Belluno, anche perché la scorsa stagione è stata particolarmente complessa. Prima a Caserta, poi a Sassuolo, dove sono rimasta solo 40 giorni. In più, mi ha stimolato il fatto di aver cambiato ruolo, da centrale a opposto: un cambiamento di rilievo non solo in ambito tecnico, ma soprattutto mentale. Ricordo il primo allenamento congiunto, quando mi sono girata verso Martina Fantinel e le ho sussurrato: “Marty, io non so più dove posizionarmi in campo”.
Nessun dubbio, qui ho ritrovato la serenità»
. Nonostante il De Mas vuoto: «L’assenza del pubblico è l’aspetto che più mi pesa della pandemia. Vorrei conoscere i tifosi bellunesi, sentire il loro calore».

Ilaria, però, non ha perso il suo proverbiale entusiasmo: «Do ragione a Dario Pavei. Siamo privilegiati perché abbiamo la possibilità di scendere sotto rete. Non a caso cerco sempre di giocare col sorriso: in fondo, andare in palestra è divertimento e passione. Il mio rapporto con le giovani? Non ho la presunzione di insegnare nulla a nessuno, cerco solo di dare qualche consiglio o apportare alcune correzioni nei fondamentali». L’umiltà è una caratteristica innata nella “Garza”.
Ed è stata cementata dall’incontro, a Pesaro, con il brasiliano Zé Roberto: «Il coach entrava in palestra e salutava tutti. Dal custode alla persona che si occupava delle pulizie, passando per i tifosi. A conferma che il campione non è solo colui che vince, ma chi dedica il suo tempo agli altri.
Anche solo per un autografo o una foto»
.

Umiltà significa pure lucidare l’orgoglio per una qualificazione nei playoff di B2, come quella ottenuta dalle bellunesi: «Ringrazierò sempre la pallavolo, la mia compagna di vita. Mi ha dato la possibilità di vivere un percorso inimmaginabile, fatto di successi e sorrisi, di medaglie e di una maglia azzurra, ma anche di sacrifici e pianti». Il volley è amore, ma il cuore di Ilaria batte pure ai fornelli: «Ho aperto una pagina di ricette su Instagram, “La cucina di Garzetta”. E lo scorso anno ho lanciato un hashtag #unsolocoperto per le persone che mangiano da sole. Cucino soprattutto per i single. E sì, mi piace mangiare: mi considero una buona forchetta». Oltre a una buona lettrice: «Mi appassionano le biografie degli sportivi. Due, in particolare, mi hanno colpito: una l’ha scritta Armin Zöggeler, splendido interprete dello slittino. L’altra, Niccolò Campriani: olimpionico di tiro a segno».

In definitiva, per tornare al quesito iniziale, chi è Ilaria Garzaro? Forse, semplicemente, una donna matura che guarda lo sport, e la vita, con gli occhi sognanti della bambina di un tempo. Ed è questo, al di là del suo palmares, a renderla speciale.

Scopri il piacere di viaggiare con Cortina Express

WI-FI FREE
A BORDO

POLTRONE
LOUNGE

1 BAGAGLIO
INCLUSO

SCI GRATIS
A BORDO

PRESA DI
CORRENTE

PICCOLI AMICI
A BORDO