Francesca Marchesan: la palleggiatrice con gli occhi che brillano

03 Febbraio 2021

Lasciamo per un attimo da parte i protocolli e le misure anti-contagio. E chiediamoci da dove deve ripartire il volley per guardare con fiducia oltre la pandemia. Beh, una risposta ce l’avremmo.
Basta conoscere Francesca Marchesan, palleggiatrice della Pallavolo Belluno Cortina Express.
Basta guardarla negli occhi, quando parla di una passione nata fin da piccola. Occhi che brillano e si inumidiscono, carichi di un’emozione troppo intensa per poter essere domata. Giusto così. Anzi, lasciamo che l’emozione di Francesca inondi il mondo del volley: facciamo tesoro delle sue lacrime. Perché ci proiettano nel futuro: «Un tempo, al di fuori della scuola – racconta – gli allenatori ci lasciavano dei volantini per provare questo sport. Così mi sono decisa: va bene, tentiamo. Ed è stato amore a prima vista».

DA IBRA A GIANNELLI – Originaria di Padova, studia Economia aziendale alla Ca’ Foscari di Venezia e ha trovato il suo personalissimo eden in una città come Civitanova. Segue il calcio, ammira la determinazione e il carattere di Zlatan Ibrahimovic, si ispira a Simone Giannelli. E, nel tempo libero, ama stare con gli amici, scattare fotografie e disegnare. “Le pagine della nostra vita” di Nicholas Sparks è il romanzo del cuore, divora le serie tv («di recente mi ha colpito “La regina degli scacchi”») e ascolta vari di tipi di musica: «Dipende dal mood».

TIMIDEZZA – Mood che tende al sereno da quando ha abbracciato le Dolomiti: «Mi sono ritrovata in un ambiente splendido. Essendo abbastanza timida, ho sempre faticato a integrarmi in gruppo.
Ma qui a Belluno è diverso: ho trovato ragazze con esperienza e dalle quali imparo tantissimo. Allo stesso tempo, so che io stessa posso dare qualcosa alle più giovani, con il mio piccolo bagaglio culturale».

L’INCONTRO SULLA SABBIA – E pensare che inizialmente l’alzatrice era diretta a Stra, dove avrebbe giocato in serie D: «Poi, la scorsa estate, ho conosciuto Giulia Pavei sui campi di beach volley. Ed è emerso che la Pallavolo Belluno stava cercando una palleggiatrice. Ero un po’ titubante, non lo nascondo: stavo per iniziare l’università e l’idea di vivere fuori casa mi spaventava. Dall’altro lato, però, mi sono detta che una simile esperienza, in una categoria come la B2, poteva non ricapitare più. Così l’ho colta al volo».
Due giornate, 4 punti in cascina e il momentaneo primato nel girone di campionato. Sì, il Cortina Express è davvero ripartito. E alla grande. Anche grazie a quegli occhi che brillano.

Scopri il piacere di viaggiare con Cortina Express

WI-FI FREE
A BORDO

POLTRONE
LOUNGE

1 BAGAGLIO
INCLUSO

SCI GRATIS
A BORDO

PRESA DI
CORRENTE

PICCOLI AMICI
A BORDO